L’ANPAS punta a formare, in accordo con la Regione Emilia-Romagna, volontari da impiegare nelle tante attività di supporto quotidiane

Pubblicità desktop 940x90 - mobile 480x68

La situazione particolare e delicata, generata dall’emergenza Covid-19, è sotto gli occhi di tutti. Ma il grande cuore dei romagnoli, e di tante persone che vivono e si impegnano quotidianamente per aiutare gli altri può essere, e sarà certamente, un valore aggiunto anche in questo periodo.

È questo il motivo alla base della nuova iniziativa che la Pubblica Assistenza Città di Ravenna si appresta a lanciare, facendo seguito alle disposizioni ricevute in merito dall’ANPAS Emilia-Romagna e dalle stesse istituzioni regionali. Nei prossimi giorni si inizierà dunque ad attivare e formare Volontari di Protezione Civile per il Sociale. Una definizione che nasconde qualcosa di grande e allo stesso tempo semplice, ma da gestire nella maniera giusta e più attenta possibile, soprattutto in questa fase dell’emergenza Coronavirus, con le prime indicazioni di un miglioramento complessivo della situazione che non vanno però affrontate con leggerezza, anzi tutt’altro.

Gli operatori della Pubblica Assistenza di Ravenna si occuperanno di formare e gestire nuovi volontari che saranno impegnati in attività all’apparenza semplici, ma di fondamentale importanza in questa fase soprattutto per le fasce più deboli della popolazione: dalla spesa alla consegna del cibo e dei generi di prima necessità nelle abitazioni, dal reperimento dei farmaci al loro conferimento a domicilio, fino ai trasporti sociali in genere. L’impegno richiesto è quello di turni della durata indicativa di mezza giornata da scegliere in base alle disponibilità personali. Per dare una mano in maniera consapevole ed efficace sarà sufficiente superare i corsi di formazione online messi a disposizione da ANPAS e seguire le direttive impartite dai referenti per i relativi servizi.

Inoltre, in conformità e nel rispetto delle indicazioni vigenti, in materia di contenimento della diffusione del Covid-19, non potendo al momento terminare i percorsi formativi iniziati “in presenza”, il Centro di Formazione ANPAS Emilia-Romagna ha attivato due percorsi specifici di formazione a distanza per agevolare l’inserimento di nuovi volontari nella Pubblica Assistenza: 1) Autista; 2) Soccorritore Volontario per trasporto. Entrambi i percorsi sono attivi e accessibili in modalità online e rispettano le clinical competence della DR 44/2009 in merito ai requisiti di formazione nel contesto di accreditamento sanitario di strutture e mezzi. Naturalmente, questo percorso è riservato ai candidati volontari che avevano già intrapreso un percorso formativo interrotto secondo le ordinanze di divieto di formazione con “modalità di classe” ed a coloro che desiderano essere introdotti in organico a supporto dell’attuale situazione. Terminata l’emergenza sarà necessario compensare la formazione secondo le necessità del profilo con i moduli formativi mancanti.

Per dare la propria disponibilità, sia al Volontariato Sociale di Protezione Civile sia alla Formazione a distanza, è sufficiente inviare una mail a info@pubblicaassitenza.ra.it inviando la copia della propria tessera sanitaria e comunicando la propria disponibilità.

Per contatti: Pubblica Assistenza Città di Ravenna ODV, Via Meucci n. 25 Ravenna, Tel. 0544.400777.

Si ricorda inoltre che è possibile sostenere la Pubblica Assistenza Città di Ravenna attraverso una delle diverse modalità indicate sul sito dell’organizzazione al link: http://www.pubblicaassistenza.ra.it/donazioni-covid-19/.

Pubblicità box1 300x250 + box2 300x250

RISPONDI

Scrivi il tuo commento!
Scrivi il tuo nome